Notizie

Donare il sangue: perché è importante farlo

C’è in atto un’altra emergenza, quella della raccolta sangue. Per effetto della paura di Covid-19, nella prima settimana di marzo le donazioni sono calate in media del dieci per cento in tutta Italia. Dopo i tanti appelli alla donazione dei giorni scorsi, l’afflusso dei donatori è tornato a crescere. Ora è importante mantenere questo trend per continuare a garantire le terapie degli altri malati. Eventuali riduzioni “mettono a rischio i 1800 pazienti che ogni giorno hanno bisogno di trasfusioni e se non lo facciamo potranno ingolfare gli ospedali per le complicanze della loro anemia” avverte Giancarlo Liumbruno, direttore del Centro nazionale sangue (Cns), che ribadisce la necessità di non interrompere questo gesto di solidarietà. Donare il sangue è sicuro, infatti, anche ai tempi del nuovo coronavirus, e non ha alcuna controindicazione: “I centri di raccolta sono attrezzati e organizzati per garantire tutte le misure di sicurezza per il Covid-19” sottolinea Liumbruno. Uscire di casa per andare a donare il sangue è tra gli spostamenti di necessità inclusi nelle ultime restrizioni decise dal governo per contrastare l’epidemia.

Il direttore del Cns ha risposto a queste domande chiarendo perché è possibile donare il sangue in sicurezza anche in questo periodo e quale iter devono seguire i volontari.

Il sangue donato può trasmettere il coronavirus?

No, non ci sono evidenze scientifiche che dimostrino la trasmissione trasfusionale di Covid-19. Inoltre, i virus appartenenti alla stessa famiglia come Sars e Mers non sono mai stati trasmessi con il sangue.

Cosa devo fare per donare il sangue?

Telefona al tuo servizio trasfusionale o alla tua associazione (Avis, Croce rossa, Fidas o Frares) e prendi un appuntamento. Questo servirà per evitare assembramenti e anche spostamenti inutili.

Chi può donare il sangue? 

Chiunque sia in buona salute, maggiorenne fino a 70 anni, che pesi almeno 50 chili e che rispetti i criteri di sicurezza specifici del Covid.

Dove donare il sangue?

Attraverso il sistema di ricerca online GeoBlood è possibile conoscere la localizzazione dei punti di raccolta aperti più vicino al cittadino. Per effettuare la ricerca è sufficiente selezionare la propria regione, la provincia e il comune.

È davvero necessario donare il sangue? 

Sì, oggi più che mai non dobbiamo dimenticarci anche degli altri malati che hanno bisogno di sangue anche in condizioni di emergenza.

#Coronavirus sono donatore, come comportarsi?

Il presidente di Avis Nazionale Gianpietro Briola fa il punto sulla vicenda #coronavirus rispetto ai donatori di sangue: 
“Sentito il Centro Nazionale Sangue, possiamo confermare che non vi sono indicazioni alla sospensione se non per alcune categorie, come già indicato dalla circolare del 20 febbraio. 
(che potete approfondire qui https://www.avis.it/2020/02/20/coronavirus-nuove-disposizioni-di-sicurezza-del-cns-per-le-trasfusioni-di-emocomponenti-labili/).

In generale si dona il sangue solo quando si è in buona salute, quindi i donatori devono comportarsi come sempre, seguendo il fondamentale criterio dell’autosospensione in caso di sintomi da raffreddamento e febbre o altri sintomi simili. È opportuno poi avere la sensibilità di comunicare alla struttura trasfusionale se tali sintomi sono comparsi nei 15 giorni dopo la donazione. 
Insomma, vige il principio di massima precauzione, ma è importante ribadire che il nostro sistema trasfusionale è sicuro e di qualità. 
Come #AVIS, insieme alle istituzioni nazionali e locali, stiamo costantemente monitorando la situazione e dando aggiornamenti puntuali. 
È molto importante tenere i nervi saldi, informarsi solo da fonti ufficiali e in generale, nella stragrande maggioranza del Paese, continuare a donare”.

Viste le particolari norme restrittive relative agli spostamenti, qualora doveste recarvi presso un Centro trasfusionale per donazioni o esami, consigliamo di portare con sè un modulo per l’autocertificazione e la tessera Avis.

Open Saturdays @S.I.M.T Rho e @S.I.M.T Garbagnate

RHO GARBAGNATE

25 gennaio
22 febbraio
21 marzo
4 aprile
9 maggio
6 giugno
4 luglio
12 settembre
10 ottobre
21 novembre
19 dicembre

Si ricorda che è sempre obbligatoria la prenotazione contattando la nostra sede e che presso il S.I.M.T di Rho è possibile effettuare solo donazioni di plasma.

GARBAGNATE

18 gennaio
15 e 29 febbraio
14 e 28 marzo
18 aprile
16 e 30 maggio
13 e 27 giugno
11 e 25 luglio
5 e 19 settembre
3 e 17 ottobre
14 e 28 novembre
12 dicembre

Brinda con Avis e Croce Rossa Italiana!

In collaborazione con Croce Rossa Italiana, venerdì 14.06.2019 alle 18.30 si svolgerà il primo INFORMAPERITIVO in occasione della Giornata Mondiale del Donatore di Sangue.

Un modo divertente ed informale con conoscerci e promuovere l’utilità del dono.

Vi aspettiamo numerosi!
@Antica Osteria San Bernardino – piazza Vittorio Emanuele II, 15
venerdì 14 giugno dalle ore 18.30
5,00 € – solo bevanda
10,00 € – bevanda + cibo

La progressiva carenza del numero donatori di sangue è un problema che investe il nostro paese, specialmente nei mesi estivi e in quelli di picco influenzale. Per la ricorrenza della Giornata del Donatore di sangue abbiamo pensato di organizzare un aperitivo aperto a tutti i cittadini presso l’Antica Osteria San Bernardino di Lainate.
Durante la serata verranno dedicati vari momenti informativi sul tema delle donazioni di sangue e verranno svolte alcune attività da noi e AVIS per sensibilizzare i partecipanti.
AVIS Lainate offrirà parte dell’aperitivo a tutti i donatori e a coloro che in quella serata decideranno, compilando un’apposita domanda di presentazione, di diventarlo.

Contact Form Powered By : XYZScripts.com